itnlenfrdejaroes

Ortodonzia Fissa o Mobile

apparecchio dentale Torino

L’ortodonzia e quella branca dell’odontoiatria che si occupa del corretto allineamento dei denti tramite degli apparecchi che possone essere:

  • Mobili: usati di solito principalmente di notte. Sono apparecchi in resina colorata rinforzata con fili in metallo che trazionano sugli elementi dentari riportando il corretto assetto. Si usano di solito per i bambini di età compresa tra 6-13 non aventi quindi ancora una dentatura permanente.
  • Fissi: consiste in più placchette adese ad ogni dente collegate tra loro da un arco metallico. Le placchette possono essere metalliche o in ceramica bianca, meno visibile quindi esteticamente migliore.
  • Invisalign: apparecchio per i denti invisibile. Consiste in manufatti trasparenti che riproducono esattamente l’arcata del paziente. Con questa tecnica vengono curate, in genere, malformazioni meno gravi.

I manufatti vengono eseguiti in USA sulla base in un’impronta accurata e di una serie di fotografie e radiografie eseguite dal dentista. In base all’impronta e alle radiografie inviate dallo studio i tecnici sono in grado di eseguire un video mimante lo spostamento progressivo dei denti che porterà al risultato finale. I manufatti vengono cambiati in coppia ogni 14 giorni, e devono essere portate almeno 23 ore al giorno per ottenere dei risultati ottimali. I manufatti possono essere tolti per mangiare o bere liquidi colorati e per lavarsi i denti. Lo studio dentistico Carpegna di Torino vanta una lunga esperienza nelle cure ortodontiche.

La classificazione delle classi dentali

Ci sono tre diversi tipi di chiusura della bocca e vengono suddi- vise in “classi” dentali:

  • La I Classe dentale:

La prima classe, rappresenta una condizione nella quale si ha una giusta chiusura dei denti sia posteriori che anteriori. I denti superiori risultano più esterni di questi inferiori a bocca chiusa.

  • La II Classe dentale:

La seconda classe è la situazione del “sorriso a castoro”, e del “mento corto”. Più precisamente, la mandibola (l’osso che con- tiene i denti inferiori) è spostata indietro rispetto alla posizione della mascella (l’osso che contiene i denti superiori).

  • La III Classe dentale:

La terza classe è la situazione opposta alla seconda classe, quindi è visibile come un “mento sporgente”, ovvero un avan- zamento eccessivo della mandibola in confronto alla posizione della mascella.

Morso crociato

Si indica con morso crociato la situazione nella quale l’arcata den- tale superiore è più stretta di quella inferiore, cioè invertendo la relazione di “incastro” che esiste tra i denti superiori ed inferiori. Questa è una condizione che dovrebbe essere intercettata il più precocemente possibile perché è possibile risolverla con molta più semplicità quando il bambino/a è ancora nella fase di crescita ossea, “guidando” letteralmente la mascella e la mandibola nella direzione giusta per risolvere la presenza del morso inverso.

Esempio di masticazione a morso crociato.

Diastema

Termine che indica uno spazio “allargato” tra due denti vicini

Agenesia

Termine che significa “mancata nascita” e si usa per indicare un dente definitivo che non si è formato.

Affollamento

Con questo termine indichiamo tutte quelle situazioni nelle quali non c’è uno spazio sufficiente per alloggiare correttamente tutti i denti in bocca e questi risultano accavallati fra loro.

Permuta

Termine che indica la perdita naturale dei denti da latte e la nascita di quelli definitivi.

Apparecchi ortodontici

Per correggere le varie classi dentali o altre problematiche, vengono utilizzati dei dispostivi medici detti apparecchi ortodontici.

Gli apparecchi si dividono in: mobili e fissi.

  • L’apparecchio mobile è un qualunque dispositivo che si può au- tonomamente togliere (normalmente per mangiare) e reinserire nella
  • L’apparecchio fisso è un dispositivo che utilizza delle placchette che vengono incollate ai denti con un cemento.

Le placchette vengono poi collegate da un filo metallico più o meno elastico. Le placchette possono essere grigie, se in metallo oppure bianche, se in ceramica.

Apparecchi mobili

Apparecchio Funzionalizzante:

La pedodonzia è la branca dell’odontoiatria che si cura della cura dei denti dei bambini.

A questa categoria appartengono tutti quegli apparecchi che sono in grado di agire sia sulla posizione dei denti sia sulla crescita delle ossa del volto sfruttando i movimenti di tutto ciò che sta ”at- torno” ai denti (muscoli e lingua).

Le contenzioni:

Sono dei dispositivi che vengono utilizzati dopo aver rimosso un apparecchio fisso, per mantenere i denti nella posizione raggiunta e impedendone così la tendenza dei denti a tornare storti.

L’ espansore:

L’espansore è un apparecchio fisso che si appoggia sui denti pos- teriori e ha una vite al centro che deve essere girata dai genitori, con un’apposita “chiavetta”, ogni giorno in casa e serve ad allargare l’arcata superiore.

L’ortodontista consegna lo schema di attivazione più appro- priato, avendo cura di valutare l’avvenuta espansione nei controlli successivi. La funzione dell’espansore è quella di aumentare il diametro trasversale dell’osso superiore (mascella) per per- mettere la correzione di tutte quelle situazioni in cui ci sia una mancanza di spazio in arcata.

Il fisso:

Vengono applicati dei piccoli attacchi su ciascun dente, con uno “slot” (cioè fessura, o incavo) nel quale viene posizionato un arco metallico, che passa in tutti gli attacchi, e segue la forma dell’ar- cata dei denti.

Allineatori invisibili

A questa categoria appartengono tutti quegli apparecchi di ulti- ma generazione che, attraverso l’uso di mascherine trasparenti, consentono di spostare i denti senza l’utilizzo dei normali attacchi metallici né di archi metallici.

I vantaggi sono molteplici, oltre al fattore estetico. Infatti consen- tono di mantenere un livello di pulizia dei denti maggiore non avendo nulla di “incollato“ sui denti stessi e sono molto conforte- voli.

Due esempi di Allineatori invisibili.

Sicuri di fare la scelta giusta

Sappiamo quanto sia importante avere delle certezze

Oltre alle due sale d’attesa presenti, lo studio è ora in grado di offrire l’utilizzo di una stanza privata, denominata “Dental Suite” pensata per garantire la migliore esperienza possibile

Recensioni dei Pazienti

Ogni giorno approcciamo la nostra professione come una missione, coscenti di avere un ruolo fondamentale per la salute dei nostri pazienti e di chi deciderà di diventarlo

Gallery degli ambienti

Igiene e sicurezza al primo posto in ambienti studiati appositamente per diminuire al massimo lo stress di chi accede alle terapie odontoiatriche

Come raggiungerci

Lo Studio odontoiatrico è molto bene collegato ed è raggiungibile con mezzi pubblici ed è presente un ampio parcheggio antistante
Studio Dentistico Carpegna di Torino è in grado di fornire ai propri pazienti servizi e consulenze specialistiche in tutte le branche dell’odontoiatria, dall’estetica e conservativa, alla protesi e chirurgia impiantare, eseguite, quando necessario, con la presenza di un Medico Anestesista in sedazione cosciente.

I Dottori Carpegna sono dentisti che portano con loro l’esperienza della frequenza ospedaliera e la docenza in ambito universitario. Alberto Carpegna è docente a Master Nazionali ed Internazionali di implantologia; Giorgia Carpegna sta terminando un dottorato di Ricerca in Bioingenieiria e Scienze medico chirurgiche ed è effettua lezioni in Endodonzia al corso di laurea in Igiene Dentale e in quello di Odontoiatria. In questo modo sono certi di offrire al paziente le cure più innovative con dotazioni tecnologiche di ultima generazione.